CORTONA… MUSEI E RELAX!

Dopo lo stress delle feste natalizie avevo troppa voglia di una Spa! Ho deciso di unire come spesso faccio la cultura al piacere. Da anni volevo visitare Cortona di cui parlavano in modo entusiastico e spulciando su internet ho trovato un Resort che prometteva bene.   www.cortonaresort.it

Da Roma il viaggio è breve, neanche due ore, ma chiaramente dopo mezz’ora di auto ero in autogrill a pranzare. 😀 Tralasciando questi inquietanti particolari, l’arrivo in hotel è stata una splendida sorpresa! La camera non era nella struttura principale, ma accanto in un delizioso villino in perfetto stile toscano. Il letto e la doccia pazzescamente grandi!!

 

 

Neanche a dirlo mi sono precipitata nella Spa. Vasca con idromassaggio e possibilità di uscire all’aperto nella piscina! Peccato che quei giorni facesse freddissimo e ho messo solo il naso fuori per farvi la foto! 😉

 

Sauna, bagno turco, stanza del sale e un bel libro in sala relax.

 

La sera sono rimasta a cena al ristorante dell’hotel che ho trovato davvero di livello,  anche sul servizio. Salumi e formaggi, un brasato con polenta – chiamato Peposo della Corte – che si scioglieva in bocca. Zuppa di fagiolina del Trasimeno con ragu’di carne, talmente buona che ne ho presi due piatti! Il tutto accompagnato dal nostro amato “Bruciato”(Bolgheri Doc Superiore)

 

       

cortona, francesca mercantini, fagiolina del trasimeno, cortona resort

Il giorno seguente sotto i raggi di un bel sole ho scoperto Cortona! Colazione nella grande Piazza della Repubblica dove ha sede il Palazzo Comunale e il trecentesco Palazzo del Capitano del Popolo che oggi è l’ufficio postale!

Adiacente c’è Piazza Signorelli dove ho potuto visitare il meraviglioso Museo dell’Accademia Etrusca e della città di Cortona (MAEC)

Nutro un amore sconfinato per la cultura etrusca: sembrava essere il paese dei balocchi per me! Quando entri nel MAEC non sai quando uscirai, ha una quantità di capolavori e di pezzi di storia che non avrei mai immaginato. Andateci, dedicategli almeno un paio d’ore e non ve ne pentirete!

La visita al museo comincia con un percorso sotterraneo, un tempo adibito a carcere, in cui si può ammirare un tratto murario etrusco lungo 15 metri! Le prime sale presentano la preistoria in Valdichiana con resti fossili di animali, per passare all’età del bronzo e del ferro.

Mi hanno molto colpito i reperti delle tombe etrusche di Camucia e di Sodo. Il corredo funerario mostrava lo stile di vita dei defunti e devo dire che non era niente male vista l’opulenza e la ricchezza degli oggetti contenuti! Guardatevi la galleria di foto qui sotto e ditemi se i gioielli non sembrano pezzi attuali… stupendi!!!

                        

 

 

  

  

Qui sotto la ricostruzione del “Grilarium”, un grande orcio di terracotta in cui venivano allevati i ghiri a fini alimentari.

  cortona, francesca mercantini, maec, grilarium

Splendidi i mosaici della Villa di Ossaia di età tardo repubblicana-imperiale.

 

 

 

 

Nella sala del Biscione potrete ammirare oltre alla quasi totalità della collezione, il Tondo del Signorelli con la Vergine e il Bambino, il Tondo del Pinturicchio e il Miracolo di San Benedetto di Bacco Ciarpi.

tondo signorelli, francesca mercantini, maec, toscana   

Attraversando la sala medievale si arriva alla parte dedicata al pittore cortonese Severini e alla sala del lampadario etrusco: un vero capolavoro in bronzo, impossibile da fotografare. Sono riuscita ad immortalarlo per voi!

 

cortona, maec, lampadario etrusco, francesca mercantini

Ho molto apprezzato le donazioni della famiglia Tommasi con gli oggetti d’arte delle loro residenze, grazie alle quali sembrava di entrare davvero in una casa nobile del’700.

 

  

Per uscire abbiamo superato il salone mediceo in cui si amministrava la giustizia e la sala del bellissimo “Tempietto Ginori” in porcellana smaltata.

La stanchezza si faceva sentire, ma ne era valsa la pena! Ero talmente appagata che ho deciso di continuare la visita verso il Duomo e il Museo Diocesano, altra perla.

Spero di riuscire a trasmettervi con le mie foto la bellezza delle opere di Beato Angelico e di Pietro Lorenzetti. Splendida anche la sala totalmente dedicata a Luca Signorelli.

  

Scendendo nella parte inferiore non perdetevi lo Scalone Monumentale del Berrettini con le Stazioni della Via Crucis e la Croce Sagomata del Lorenzetti.

 

cortona, croce sagomata, pietro lorenzetti, francesca mercantini

 

Per visitare Cortona consiglio di prendervi almeno due giornate, ci sono altre chiese che non siamo riusciti a vedere!

Le luci del tramonto mi hanno guidato verso l’hotel dove mi aspettava l’amata Spa e un meritato massaggio!!!

Ultima raccomandazione: andate allOsteria del Teatro, locale davvero curato nei particolari. Cucina tradizionale toscana con piatti rivisitati e fantasiosi. 

Buonissimo lo scrigno di chianina con aromi mediterranei e pinzimonio, ottimi i primi e pazzesco il tagliere di cioccolato!!!

  

Se siete intenditori o semplicemente amate il buon vino la cantina è fornitissima.

EVVIVA CORTONA… SPLENDIDA!!!

 

Per arrivare a Cortona:

DA NORD E DA SUD: Prendere la A1 e uscire a Valdichiana. Seguire la superstrada E45 in direzione Perugia e uscire alla seconda uscita per Cortona.

Stazione ferroviaria: Terentola        Areoporto: Perugia

Showing 6 comments
  • Selene
    Rispondi

    Riesci a trasmettere la voglia di partire subito! Deciso, prossimo weekend libero Cortona!!

    • Francesca
      Rispondi

      Grazie!!! Ne rimarrai estasiata! Per qualsiasi consiglio sono a disposizione e fammi sapere come sei stata!!! 😉

  • Spa Center in Mumbai
    Rispondi

    Thank For Sharing this Great Information. It was helpful.
    http://www.samspacenter.com/

  • Angelo
    Rispondi

    Che meraviglia. Grazie. Con l’entusiasmo si fa la buona comunicazione.

    • Francesca
      Rispondi

      Grazie a te per averlo letto! se vai a Cortona fammi sapere come sei stato! 😉

Lascia un commento